L’Italia senza la Sicilia non lascia immagine nello spirito: soltanto qui è la chiave di tutto. (Goethe)

venerdì 18 gennaio 2008

Azione Universitaria fa blitz a La Sapienza durante l'inaugurazione anno accademico

E’ una contestazione robusta e determinata nei toni ma serena e responsabile nelle modalità quella che i ragazzi di Azione Universitaria Roma hanno effettuato la mattina del 17/01/2007 per protestare contro l'inaugurazione dell' anno accademico sotto al Rettorato de La Sapienza. Invocando a gran voce le dimissioni del Rettore Guarini e del Ministro Mussi, i ragazzi del movimento studentesco legato ad Azione Giovani hanno esposto striscioni di protesta, come: “Il Papa se ne va i Baroni restano”, “Censura e teppismo questa è la laicità”. “Abbiamo chiesto al Rettore Guarini, dal quale pretendiamo delle immediate dimissioni, di ricevere una delegazione dei manifestanti che questa mattina, spontaneamente, si sono ritrovati sotto al Rettorato. Siamo stanchi dell’atteggiamento passivo che le istituzioni universitarie dimostrano ogni qual volta gruppi di facinorosi imbecilli, che qui rappresentano una sparuta minoranza insieme ai cattivi maestri che li fomentano con deliranti appelli, decidono di trasformare l’ateneo in una discarica ideologica. Crediamo che il silenzio e la mancata presa di posizione del Rettore abbiano avuto un’importanza determinante rispetto alla figuraccia che la Sapienza ha fatto di fronte a tutto il mondo. Aspettiamo ora di capire se intenderà darci una risposta o se come al solito si sottrarrà alle responsabilità che il ruolo di garante della pluralità e democrazia all’interno dell’ateneo comportano”, dichiarano Matteo Petrella e Cristian Alicata, rispettivamente dirigente nazionale e provinciale di Azione Universitaria.

Intervista 1

Intervista 2

2 commenti:

poetessarmata ha detto...

madonna...che intervista! Che universitari!!!

Hobbit ha detto...

grazie :) gentilissima