L’Italia senza la Sicilia non lascia immagine nello spirito: soltanto qui è la chiave di tutto. (Goethe)

sabato 19 luglio 2008

In ricordo di Paolo Borsellino

Per non dimenticare....
19 luglio 1992 - 19 luglio 2008
A 16 anni dalla strage di via D'Amelio

"La lotta alla mafia dev'essere innanzitutto un movimento culturale che abitui tutti a sentire la bellezza del fresco profumo della libertà che si oppone al puzzo del compromesso morale, dell'indifferenza, della contiguità e quindi della complicità. "
(Paolo Borsellino)



"E' normale che esista la paura, in ogni uomo, l'importante è che sia accompagnata dal coraggio. Non bisogna lasciarsi sopraffare dalla paura, altrimenti diventa un ostacolo che impedisce di andare avanti."
(Paolo Borsellino)


Grazie Paolo
per averci insegnato cosi vuol dire
difendere e amare la propria terra,
cosa vuol dire lottare per i propri ideali di giustizia
e difenderli fino in fondo,
cosa vuole dire sacrificarsi giorno per giorno
per creare un mondo migliore.
Il tuo esempio e quello degli angeli che sono
morti con te, è uno stimolo
a fare sempre del proprio meglio e a
non cedere ai ricatti che questa società
malata e corrotta ci impone.
Onore te, che anche da lassù, continui ad essere esempio
di legalità per tutto il popolo siciliano e per tutta l'Italia

1 commento:

freesud ha detto...

Il sangue di via D'Amelio reclama giustizia. L'incestuosa convergenza di interessi, tra mafiosi ed entità esterne, che portò alle decisioni stragiste, rappresenta il ventre oscuro sul quale è costruita la seconda repubblica.

WWW.RIBERAONLINE.BLOGSPOT.COM