L’Italia senza la Sicilia non lascia immagine nello spirito: soltanto qui è la chiave di tutto. (Goethe)

lunedì 12 novembre 2007

Giustizia per Gabriele Sandri

UN DOLORE IMMENSO
CI ST
RINGE IL CUORE

R.I.P

Un altra vita se ne va, un altro giovane stroncato per la sua passione e per il suo attaccamento ad un ideale e ad una squadra del cuore.
Ma questa volta la storia è diversa, ha uccidere Gabriele è stata la polizia, che gli ha sparato un colpo mortale, senza un reale e giustificato motivo. Dalle prime notizie si è subito cercato di criminalizzare questo giovane ultras affibbiadogli falsi e pretestuosi appellattivi, perchè naturalemente gli ultras sono la feccia d'Italia, successivamente quando l'evidenza nn poteva essere nascosta chi di dovere si è trincerato dietro il muro della vergogna, giustificando il tutto come un TRAGICO ERRORE......ma questo ci fa incazzare ancora di più specialmente a me che credo fermamente nelle istituzioni, NON SI PUO' STRONCARE UN VITA PER UN ERRORE, non si può sparare per sedare una rissa, per lo più tra poche persone.
Da tempo ormai il mondo ultras viene tacciato di qualsiasi epiteto violeto, la repressione è massiccia e si cerca di colpire questi giovani anche con falsità inventate.
Tutti ci fermiamo davanti alla morte, ma è assurdo che lo sport si fermi per la morte di un poliziotto e non per l'uccisone di un tifoso, ancora una volta in Italia ci sono morti di serie A e morti di serie B

SIAMO STANCHI VOGLIAMO GIUSTIZIA..........
PER GABRIELE, PER FEDERICO ALDROVANDI E PER TUTTI QUELLI CHE SONO MORTI IN CIRCOSTANZE ANOMALE E SENZA UN MOTIVO

4 commenti:

Stefano da Firenze ha detto...

Io partecipo come te al dolore per la morte di un ragazzo che aveva la sola colpa di voler andare a vedere una patita di calcio e credo fermamente che il poliziotto (il poliziotto non tutta la polizia) debba pagere per quello che ha fatto!!
Credo anche che il calcio, questa volta, non centri proprio nulla (anche se tutti vogliono farcelo entrare per forza...perchè?).
E se il poliziotto colpiva una persona che non andava allo stadio?
Ora cosa dicevate?
Voglio anche dire che non bisona criminalizzare i tifosi, ma quei CRETINI che ieri sera sono ancati in giro a spaccare, bruciare e picchiare, quelli SI !!! (c'è andata di mezzo anche gente, anzi direi, solo gente che non centrava proprio nulla).
Lui, la vittima, sarebbe stato d'accordo???

mimmobeach86 ha detto...

Giustizia anche per Alberto Giaquinto e Stefano Recchioni, morti sempre per mano dello Stato, per motivi comunque ovviamente differenti. Di fronte a simili atti penso sia giustificata ogni ritorsione del popolo contro lo Stato, penso sia la base della democrazia. Purtroppo ormai l'indifferenza e il nulla che avanza hanno vinto e sono solo in pochi coloro che mostrano il loro dissenzo per le strade. Giustizia!

Hobbit ha detto...

caro stefano il calcio c'entra visto che un tifoso è stato ucciso senza un motivo da un tutore della legge squilibrato,il problema è che si sta cercando di mascherare con gli incidenti il fatto che un poliziotto spari in autostrada ad un cittadino comune e nn dire che ci si indigna solo perchè era un tifoso, perchè noi ultras ci siamo incazzati anche quando federico aldrovandi è stato ucciso da alcuni poliziotti perchè accusato(a loro modo di vedere) di essere un tossico, e casualmente quando qualcuno porta in giro per gli stadi e i palazzetti un pezza con scritto GIUSTIZIA PER ALDRO, la polizia nn la fa entrare.
Bisogna che tutti si assumano le proprie responsabilità..anche le forze dell'ordine..

Peppe DB ha detto...

Avrei fatto volentieri a meno di quel retrogusto un pò amaro che ci hai lasciato.
Mi rattrista avere il dubbio che se fossi andato via ucciso da un presunto ultrà, nessuno saprebbe mai il nome del colpevole.
Dannata mentalità che a volte nasconde e protegge delinquenti, avanzi di galera.
Tra quanche giorno resterà solo la rabbia di un presunto errore umano che si poteva evitare.
Dannato governo che a volte nasconde e protegge delinquenti, avanzi di galera.
Se ci sarà giustizia. Bene.
L'importante e non farsi giustizia da soli.
Ma quando si è governati da uno che dichiara "se ci saranno altri scontri reagiremo" vuol dire che qui probabilmente non c'è posto per la brava gente.
Qui tutti hanno un pò voglia di prenderle e darle. Qui hanno tutti un pò voglia di guerriglia.
Non si parla più e quindi non c'è nessuno da poter ascoltare.
Si agisce di impulso senza pensare alle conseguenze.
Dannata immaturità del mondo moderno.
Dannata cattiveria e dannata intolleranza del mondo moderno.

Tu guardaci da lassù e con un pizzico di ironia prova a sorridere e aiutaci a sorridere perchè a me (a noi) quaggiù viene solo il vomito..

Se tutto va bene ci vediamo tra una cinquantina d'anni (più o meno).
Ma fammi un favore: lassù, cambia musica..a me l'elettronico non piace! ;)